Ascoltiamo le voci che chiamano

Benvenuti nel sito dell’associazione Ascoltiamo le voci che chiamano onlus. Ci stiamo rinnovando e presto saremo pronti per accoglierti nei nostri nuovi spazi.

Se vuoi sostenerci puoi ancora fare le tue donazioni utilizzando questo IBAN IT 98 Y 0863764301000023045223

Le principali iniziative

Nel corso degli anni, l’associazione ha intrapreso diverse iniziative di volontariato in ambito culturale, sportivo, turistico e di aggregazione qui in Friuli per garantire condizioni di vita migliori ad un numero sempre crescente di bambini e bambine, di adulti in Perù, nel Distretto di Cusco, nel rispetto dei diritti dell’infanzia.

Assicura anche una presenza a Cusco e nelle Comunità andine, con l’alternarsi di volontari per sostenere ed aiutare in presenza.

Chi siamo

L’Associazione “Ascoltiamo le voci che chiamano” nasce con l’intento principale di sostenere il centro di accoglienza Yanapanakusun a Cusco in Perù ed in particolare nell’ambito del progetto di cooperazione decentrata “Un futuro para las niñas invisibles de los Andes”.

L’associazione è rappresentata da un direttivo nelle persone di:
Severino Zanin – presidente
Ivo Del Negro
Silvia Di Bernardo
Giovanni Di Maria – vice presidente
Albarosa Massimo – tesoriera
Alvino Passaro
Beatrice Savà – segretaria

Le ultime iniziative

Cosa facciamo in Perù

L’Associazione “Ascoltiamo le voci che chiamano” ha intrapreso, dal 2002 ad oggi, diversi progetti ed iniziative a sostegno del centro di accoglienza Yanapanakusun di Cusco in Perù.   Il centro Yanapanakusun è un organizzazione privata a scopo sociale, con differenti programmi che hanno una sola finalità: l’appoggio totale alle lavoratrici domestiche per la conquista di una vita migliore nell’esercizio dei loro diritti. Iniziò …

Contatti

L’associazione è iscritta nel Registro regionale delle associazioni del Friuli Venezia Giulia, oggi ONLUS, questo ci autorizza a ricevere il 5 x 1000 dalle persone che desiderano indicare questo tipo di donazione sulla dichiarazione dei propri redditi.