Archivio news

… noi tutti nasciamo per essere liberi
noi tutti nasciamo per essere felici …

 

 

 

L’Associazione “Ascoltiamo le voci che chiamano” nasce con l’intento principale di sostenere il centro di accoglienza Yanapanakusun a Cusco in Perù ed in particolare nell’ambito del progetto di cooperazione decentrata “Un futuro para las niñas invisibile de los Andes”.


Nel corso degli anni ha intrapreso diverse iniziative a carattere sportivo, scolastico, culturale, turistico e di volontariato per garantire condizioni di vita migliorative ad un numero sempre crescente di bambine e bambini, ed adulti in Perù e per ottenere il rispetto dei diritti dell’infanzia.

 

 

 

 

Archivio news

 

Siamo felici di invitarvi ad un incontro con Vittoria Savio, fondatrice del Centro Yanapanakusun, appena rientrata da Cusco.


Chiacchereremo con lei di tutti i progetti, dei sogni, delle fatiche e delle speranze che ci accomunano in questo percorso di solidarietà che ci vede in tanti, impegnati a sostenere i progetti de “LE BAMBINE INVISIBILI DELLE ANDE”.

 

L'incontro si terrà mercoledì 16 gennaio alle ore 18 presso la sede dell'associazione, nei locali della CNA in via IV Novembre 92 a Feletto Umberto.

 

 

 


Abbiamo pensato di proseguire l’appuntamento con Vittoria con un incontro conviviale: poche cose per stare tra noi, con un piatto caldo e un buon bicchiere; il costo di 10 euro sarà interamente devoluto allo sviluppo delle attività del Progetto Yanapanakusun.

 

Per confermare la tua presenza invia una mail a:

 

ascoltiamolevoci@libero.it

oppure

giovannidimaria46@gmail.com


altrimenti puoi telefonare ai numeri

333-753.14.56

oppure

335-181.94.01

 

entro lunedì 14 gennaio 2013!!!
 

Tour in mountain bike - Cusco, Perù

 

 

1° giorno:

  • partenza da Venezia verso sera

 

2° giorno:

  • arrivo a Cusco
  • Trasferimento dall’aeroporto al centro “Yanapanakusun”
  • Sistemazione nelle camere
  • Presentazione dell’associazione e dei suoi progetti di fronte a un Mate de Coca o un caffè (all’italiana!!)
  • passeggiata serale in centro, avremo cosi l’occasione di conoscere lo splendido centro storico di Cusco, la plaza de armas, S.Blas per cogliere l’occasione di vedere una cittá splendida di giorno, affascinante di notte
  • Pernottamento presso il centro Yanapanakusun (hospedaje Caith)

 

3° giorno:

  • colazione
  • ritiro bici – programmazione tour
  • City tour
    • Plaza de Armas e Qoricancha
    • Sacsahuaman
    • Tambo Machay, Q’enko, Puka Pukara
    • Il tour comprende trasporto privato e Guida in Italiano
  • pernottamento presso il centro yanapanakusun

 

4° giorno:

  • colazione
  • partenza in bici per Pisac
  • visita del Parco Archeologico di Pisaq
  • discesa a piedi fino a Pisac centro
  • pranzo
  • ripartenza in bici con arrivo a l'Yucay,
  • cena
  • pernottamento presso la struttura Yanapanakusun di Yucay

 

5° giorno:

  • Colazione
  • Tour nel Valle sagrado
    • Salinas
    • Maras
    • Il tour comprende pranzo al sacco, trasporto e guida in Italiano
  • rientro a Cusco
  • pernottamento presso il centro yanapanakusun


6° giorno:

  • colazione
  • partenza alle ore 5 con pk e pulmino
  • Yanampampa inizio pedalata direzione Accha
  • pranzo al sacco
  • arrivo verso sera ad Accha
  • cena e pernottamento presso la struttura Yanapanakusun di Accha

 

7° giorno:

  • colazione
  • partenza per Percaccatta
  • pranzo al sacco presso l'asilo “Alessandro e Chiara”
  • rientro ad Accha in serata
  • cena e pernottamento presso la struttura Yanapanakusun di Accha

 

8° giorno:

  • colazione
  • partenza per Huasquillay
  • pranzo al sacco presso l'asilo
  • riento ad Accha in serata
  • cena e pernottamento presso la struttura Yanapanakusun di Accha

 

9° giorno:

  • colazione
  • rientro a Cusco
  • pranzo al sacco
  • cena e pernottamento a Paruro.

 

10° giorno:

  • colazione
  • partenza da Paruro
  • pranzo al sacco
  • arrivo a Cusco presso il centro Yanapanakusun
  • cena e pernottamento presso il centro Yanapanakusun (hospedaje Caith)


11° giorno:

  • colazione
  • mattinata libera per riposarsi e completare gli ultimi acquisti
  • dopo pranzo partenza per Ollantaytambo
  • Treno nel pomeriggio Ollantaytambo / Aguas Calinetes
  • Pernottamento presso l’hotel Inti Quilla ad Aguas Calientes

 

 12° giorno:

  • colazione
  • Bus per Parco archeologico di Machu Picchu (15 min in bus 1 ora a piedi)
  • visita al Machu Picchu
  • treno di ritorno a Ollantaytambo
  • trasferimento a Cusco
  • pernottamento presso il centro Yanapanakusun (hospedaje Caith)

 

13° giorno:

  • trasferimento all’aeroporto
  • partenza volo per Lima, nel pomeriggio volo per Madrid.

 

14° giorno:

  • arrivo a Madrid e volo per Venezia con arrivo alle …..(sera)

 

-.-.-.-.-.-.-.-


Prezzo per persona (gruppo di 8 persone + un accompagnatore)
1165 $ (900€ circa legato al cambio).

 

Il tour include:

 

  • Transfer In aeroporto / Caith
  • 5 notti presso la struttura del Centro Yanapanakusun a Cusco
  • 1 notte presso la struttura del Centro Yanapanakusun a Yucay
  • 3 notti presso la struttura del Centro Yanapanakusun a Accha
  • 1 notte presso Hotel en Paruro
  • 1 notte presso Hotel Inti Quilla a Aguas Calientes
  • 11 prime colazioni
  • 7 pranzi al sacco
  • 1 cena a Yucay
  • 4 cene a Accha
  • 1 cena a Cusco
  • Btg (boleto turistico del Cusco) che permette l’entrata a 16 siti archeologici di Cusco e del Valle Sagrado
  • Entrata a Salinas de Maras
  • City Tour con trasporto privato e guida in Italiano
  • Valle Sagrado tour con guida in Italiano
  • Combi (minibus) per 14 persone piú pick up a disposizione per eventuale trasporto delle bici durante tutto il percorso con autista
  • Trasporto privato fino a ollantaytambo
  • Treno Ollantaytambo / Aguas Calientes / Ollantaytambo
  • Bus Aguas Calientes / Machu Picchu / Aguas Calientes
  • Entrata al sito archeologico di Machu Picchu
  • Trasporto privato Ollantaytambo / Cusco
  • Transfer Out Caith / Aeroporto

 

Il tour non include:

 

  • Tasse aeroportuali
  • Snack e Bibite
  • Pranzi e cene (tranne dove indicato)
  • Guida a Machu Picchu
  • Entrata a Cattedrale e qoricancha
  • Tutto ció che non è espressamente indicato alla voce include
  • Volo aereo Venezia-Cusco a/r

 

 

 

 


"FRIULI E SARDEGNA UNITI NELLA SOLIDARIETA'"

 

 

 

Ci sono diversi modi per promuovere iniziative a fini umanitario-solidaristici, ma quello di andare a correre a piedi ininterrottamente l’intero perimetro della Sardegna, è sicuramente insolito (1.048 km)

Per l’anno in corso, si è pensato ad una nuova e importante iniziativa finalizzata a trovare fondi da destinare all’Associazione con sede a Sassari, che si prende cura della Thalassemia, malattia diffusa nelle zone mediterranee, inoltre si prevede di adottare un insegnante della scuola “Maria Angola” a Cusco in Perù ( www.caith.org ) acquistando, con una quota pari a euro 10.00 (euro dieci) a chilometro, un tratto o più del percorso svolto versando sul c/c dell’ Associazione di volontari “Ascoltiamo le voci che chiamano” Via Verona 28/1 – 33100 Udine (presso sede Provinciale della CNA)
UGF banca Cod.IBAN IT94 M031 2712 3000 0001 0000 278

Con la promozione dell’Associazione “Ascoltiamo le Voci che Chiamano” (www.ascoltiamolevoci.it) del capoluogo friulano, della CNA di Udine, del DLF di Udine e la collaborazione del Circolo Sardi “Montanaru” di Udine, delle CNA di Olbia,di Nuoro, di Tortolì, di Cagliari, di Iglesias, di Oristano, di Sassari attraverso i propri iscritti e non e dei DLF di Cagliari, Olbia, Oristano e Sassari, il patrocinio di vari comuni isolani e la partecipazione di simpatizzanti podisti locali, per un sostegno a favore dei Thalassemici Sardi e alla scuola Maria Angola di Cusco.

 


Sarebbe un profondo riconoscimento verso chi intende promuovere progetti a fini umanitario-solidaristici, ripetere con lo stesso entusiasmo e le stesse modalità, il successo ottenuto nel 2003, in occasione della Roma – CapoNord
I podisti friulani (20circa) correranno l’intero periplo della Sardegna ininterrottamente. I camper saranno 14/15 dove troveranno alloggio tra atleti, familiari e semplici simpatizzanti, circa 40 persone.
La corsa prenderà il via da Olbia alle ore 20 di domenica 26 giugno e in senso orario, dopo aver percorso 1048 km si concluderà sempre ad Olbia il pomeriggio di venerdì 1 luglio, presumibilmente intorno alle ore 17/18.
Quindi, la staffetta muovendosi in senso orario, andrà ad incontrare i seguenti comuni: Olbia, Nuoro, Orgosolo, Tortolì, Cagliari, Teulada, Carbonia, Villacidro, Villamar, Oristano, Alghero, Porto Torres, Sassari, Castelsardo, Santa Teresa Gallura e Arzachena.
Olbia avrà un ruolo un po’ particolare perché ci dovrà dare il via alla staffetta e successivamente pure riceverci all’arrivo.
Noi, come in altre occasioni, crediamo molto in questa ennesima iniziativa e, pur non avendo mai calcato importanti palcoscenici sportivi, sentiamo il dovere di provarci ancora, consapevoli che, pur attraversando un periodo di grave instabilità economica, viviamo pur sempre in una società del benessere, dove in molti abbiamo quasi tutto, ed è proprio per questo che, attraverso la corsa, trasformiamo l’abitudine e il senso della fatica in un obiettivo comune chiamato IMPEGNO SOCIALE.
 


 

"Il Mondo Delle Bambine Invisibili delle Ande"

Fotografie di Ivano di Maria

 

 

Venerdì 10 giugno 2011 ore 20:30
Inaugurazione mostra fotografica con la presenza del fotografo.
Moruzzo -Sala Consiliare.
Alle ore 20:45 l'autore Vittorio Battigelli, presenta il romanzo "La Campana Maria Angola"
letture di Flavia Facchini, moderatrice Maria Letizia Gozzuto.
La mostra sarà visibile dal 10 giugno al 3 luglio.
Orari: Lun-Giov. 16:00-18:00, Sabato 15:00-19:00, Domenica 10:30-13:00

 

 I grandi lavori

 

Ci ha scritto Giovanni di Maria, raccontandoci delle piccole e grandi cose

in quel di Yucay, durante i lavori per la realizzazione dell'agriturismo Arumi.

E' bello leggere insieme questa lettera, scritta con l'animo pulito

di tanto impegno e le mani stanche di tanto lavoro.

 

 

Ciao a tutti, l'arredamento e la cucina inviati con il container lo scorso anno, al momento dello sdoganamento e dello scarico del materiale, hanno subito danni importanti, così abbiamo trascorso questi giorni a riparare il tutto.

 

Yucay dista da Cusco 65 km sulla strada della Valle Sagrada e ci si impiega, con la “nostra” utilitaria rossa, oltre un'ora, facendo poi ritorno verso le 5 del pomeriggio. Si lavora assieme ad altri tra edili, elettricisti, idraulici e carpentieri, in un clima familiare parlando un po' in castiliano un po' in italiano e tanto in friulano... Insomma, con la buona volontà ci si capisce tutti con tutti.

 

Purtroppo abbiamo qualche difficoltà a reperire alcuni materiali necessari per la messa in funzione della cucina, ci sono dei ritardi da parte dell'idraulico e del piastrellista ma contiamo ugualmente di collaudare l'impianto in tempo, prima del nostro rientro in Italia.

 

Vi abbraccio e vi porto i saluti di Severino, Laurino e di tutto il centro Yanapanakusun!



 

E' un abbraccio ed un saluto a tutti, a tutti noi!

 

 

Facciamo turismo?


 

L'idea

 

 

Nata dalle stesse Bambine Invisibili delle Ande, l'idea della costruzione dell’agriturismo “Arumi” come supporto alle attività del centro Yanapanakusun è stata accolta con entusiasmo dall’associazione “Ascoltiamo le voci che chiamano", che segue da anni il progetto generale di aiuto alle bambine e ragazze stesse e l'evoluzione di tutte le attività collegate.

 

E’ quindi un bisogno espresso dai diretti interessati e portato avanti con passione e coerenza. Esso nasce essenzialmente dalla necessità di trovare uno sbocco lavorativo alle bambine – ragazze del centro “Yanapanakusun” che non fosse solamente quello di lavoratrici domestiche. C’è quindi oltre che alla possibilità di un miglior lavoro anche una possibilità di emancipazione femminile e di una responsabilizzazione del proprio operato che può produrre in futuro anche una possibilità concreta di un'autonoma iniziativa di lavoro.

 

Quindi... un criterio di valorizzazione e tutela tutto pensato al femminile!

 

Yucay

 

La scelta del luogo su cui far sorgere l’agriturismo è particolarmente interessante in quanto la zona è un luogo molto frequentato dai turisti che visitano la "Valle Sagrada”, e fornisce quindi un'immediata e concreta possibilità di lavoro ed un’opportunità futura di non poco conto. L'agriturismo, producendo un reddito, permetterà inoltre di intervenire concretamente sull’autofinanziamento della gestione del centro “Yanapanakusun".

 

Sono otto anni che la nostra associazione lavora in sinergia con questo centro di iniziative. Grazie alle nuove tecnologie, come la posta elettronica, Skipe e tutto il resto del nostro bel mondo fatto di fili e di corrente elettrrica dolce ed infinita, lo scambio di informazioni sul prosieguo dei vari progetti ha fatto passi da gigante. Più su, sulle Ande, nei villaggi, tutto questo è ancora un sogno, un sogno lontano. Ma ci arriveremo, un mattone al giorno, ci arriveremo.

 

Già in passato nei diversi progetti portati avanti dal centro Yanapanakusun con la collaborazione della nostra associazione si è riusciti a dimostrare la capacità di coordinamento e di monitoraggio dei progetti con adeguate e puntuali relazioni, e questa è la migliore credenziale per dimostrare la capacità di raggiungere gli obiettivi prefissi.

 

Oggi

 

Il 16 marzo tre volontari, Severino Zanin, Giovanni Di Maria e Luigi Laurino, colonne dell’associazione friulana, sono partiti per il Perù per trascorrere un mese (un mese!) presso l’agriturismo con l’impegno di costruire l’impianto elettrico ed installare la nuova cucina, inviata con il container nello scorso mese di aprile.

 

Forza Severino!

Forza Giovanni!

Forza Luigi!


Cun le malte, cul cu^r, duc' insième!


 

Vittorio Battigelli ed Ivano Di Maria

hanno fatto un viaggio straordinario...

 

 

 

 

Ne sono nati un romanzo, "La campana Maria Angola", ed una mostra fotografica, "Il Mondo delle Bambine Invisibili delle Ande".

 

La presentazione congiunta, alla presenza degli autori, si terrà il 21 gennaio, alle ore 18, a Palazzo Morpurgo, in via Savorgnana 12, ad Udine.

 

Nel mentre, la mostra sarà visitabile da sabato 15 fino a domenica 23 gennaio al martedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 15.00 alle 18.00, ed al sabato e la domenica dalle 10.30 alle 19.00 (lunedì chiuso).
 

Così racconta l'esperienza Ivano Di Maria, fotografo:

 

“Per un europeo l’esperienza del Sud America è coinvolgente e affascinante. Alle volte non c’è nulla al di là del cibo e degli incredibili paesaggi, ma per chi è sazio di civiltà e progresso è fin troppo. L’umanità brulicante del Perù sconcerta e trasmette una straordinaria vitalità: è un ricordo indelebile”.

 

“Si vive di nulla – prosegue il racconto dell’artista - e per le strade di Cusco quel nulla è pieno di storia e di drammi. La povertà dignitosa, la voglia vivere e il resistere è ovunque. Alle volte la rassegnazione prende il sopravvento, soprattutto tra i villaggi andini. Sono le donne ad essere protagoniste, anime che spingono il mondo, e quelle bambine dagli occhi tristi che popolano le strade sterrate e i vicoli della regione del Cusco, che hanno creato, insieme a Vittoria Savio (insegnante italiana in pensione che opera a Cuzco da più di 20 anni), quel luogo del cuore chiamato Yanapanakusun".

 

"Quelle piccole lavoratrici domestiche che non si arrendono e continuano a studiare, a sporcarsi le mani, e a sognare malgrado il destino si accanisca su di loro. E come si fa a non amarti, popolo peruviano?”

 

 

Vittorio Battigelli presenta la sua ultima fatica letteraria

 

un libro scritto con il cuore di chi si spende in prima persona a favore delle popolazioni peruviane e delle "bambine invisibili" delle ande.

 

La presentazione sarà arricchita dalla straordinaria mostra fotografica di Ivano Di Maria, compagno di viaggio e di impegno.

 

 

Martedì 14 dicembre ore 20.00 - 22.00

Centro Civico del Comune di Tavagnacco, via Madonnina, 1

 

Mercoledì 15 dicembre 2010 ore 20.00 - 22.00

Biblioteca del Comune di Pradamano, via Filippo Renati

(a fianco della Palestra)

 

 

 

Adottiamo un insegnante per dare

una scuola migliore agli alunni di Cusco

 

Dal 1994, quando è nato il centro Yanapanakusun (in quechua: aiutiamoci), come risposta alle problematiche delle donne ed adolescenti andine che emigrano dalla provincia alla città per lavorare come domestiche, sono nati molti progetti, coordinati dall’instancabile Vittoria Savio, insegnante italiana in pensione che opera a Cuzco da più di vent’anni. 


Uno di questi ha portato all’Istituzione Educativa “Maria Angola” per offrire un servizio educativo di qualità, pensato per bambine/i e ragazze/i nelle condizioni molto diffuse di lavoratrici/tori.


Obiettivo della scuola è quello di prepararli al domani, rinforzando la loro autostima e le loro abilità personali, per formare cittadini capaci di decidere consapevolmente della loro vita.

 
L’educazione ci sembra l’unica via per dare la parola agli ultimi, ai dimenticati dalla storia e permettere loro di avere l’opprtunità di costruire il proprio futuro.


 

Ogni insegnante costa all’anno 5600 euro: la scuola è
composta da una Direttrice, 11 insegnanti, una segrataria.

Inoltre, quotidianamente, viene distribuita a 120 alunni una merenda,

con un costo settimanale di 2 euro per alunno.


Vogliamo contribuire a mantenere in vita una scuola che fa

estrema fatica a pagare i suoi insegnanti.
Ognuno di noi può contribuire con una piccola quota fissa mensile!
Ognuno di noi può informarsi ulteriormente sul sito.

 

 

 

 

Questo è il modello di bonifico per sostenere gli insegnanti

della scuola "Maria Angola". Basta consegnarlo in banca,

completarlo e... la vostra solidarietà potrà arrivare

fin sulle Ande!

 

(salvate l'immagine, stampatela e... grazie di cuore...)

 

 

Stiamo organizzando una nuova staffetta podistica, da svolgersi nella prossima primavera. Siete interessati a partecipare? Tanti chilometri di posti bellissimi e molto spesso "ben sconosciuti", paesaggi da cartolina e... tutto in Italia!

 

Mettetevi in contatto, tenetevi in contatto, diffondete la notizia! A presto vi daremo qualche dettaglio in più!

 

Seguiteci anche su facebook!

 

Ascoltiamo le Voci

Promuovi anche tu la tua pagina

 

ASSEGNATI I PREMI BONTA' CITTA' DI UDINE

 

 

07 dicembre 2008  UDINE


Anche la solidarietà ha la sua speciale classifica in cui si valuta la bontà.

Durante la 9ª edizione del Premio bontà città di Udine, organizzato dall’Unione nazionale dei cavalieri italiani (Unci) nel salone del consiglio di palazzo Belgrado, ben due associazioni hanno ricevuto la preziosa onorificenza perché classificate ex aequo al primo posto: l’Associazione friulana donatori di sangue (Afds) e l’associazione di volontariato Ascoltiamo le voci che chiamano.

«Questo premio è un doveroso tributo alle genti friulane – ha ricordato il presidente provinciale dell’Unci, Carlo Del Vecchio –, impegnate in ogni parte del mondo nell’assistenza, nel volontariato e nella realizzazione di opere umanitarie, con la tenacia tipica del popolo del nostro Friuli».

 

 

 

 

L’Associazione di volontariato “Ascoltiamo le voci che chiamano” si è costituita il giorno 27 giugno 2002.

I Soci fondatori sono:

L'attuale Presidente è il Sig. Di Maria Giovanni
 

La sua sede è in Via Verona, 28/1 a Udine
Tel.: 0432 616911
Fax: 0432 616901
Cel.: 333/7531456
E-mail:
info@ascoltiamolevoci.it

C.F.: 94082110308
P.Iva: 02274320304



cod. IBANIT94 M031 2712 3000 0001 0000 278

presso Unipol Gruppo Finanziario